Come fare testamento

Fare testamento non è una cosa complicata, ma ha le sue regole. Redigerlo in modo corretto eviterà che possa essere contestato.

I tipi di testamento più comunemente usati sono il testamento pubblico e il testamento olografo.

Il testamento pubblico è redatto e conservato da un notaio, e si basa sulla comunicazione orale del testatore in presenza di due testimoni. La competenza del notaio ne garantisce una redazione corretta anche in situazioni patrimoniali complicate. È il tipo di testamento cui ricorrere nel caso non si sia in grado di scriverlo di proprio pugno.

Il testamento olografo: per essere valido è necessario e sufficiente che sia scritto interamente a mano dal testatore, che sia datato, e firmato in calce ad ogni foglio. Non sono necessari testimoni, quindi le volontà espresse possono rimanere segrete.

Naturalmente, anche se la presenza del notaio non è indispensabile, è bene ricorrere ai consigli di un legale, avvocato o notaio, in caso di dubbi e per una corretta formulazione. Inoltre, pur essendo necessaria una sola copia, per evitare il rischio che vada perduta o rovinata o buttata è prudente scrivere tre originali (le fotocopie non hanno valore), una da conservare in un posto sicuro, le altre da affidare ad un amico e a un legale di fiducia.

Il testamento olografo può essere modificato in ogni momento; se le modifiche sono di poca entità è sufficiente aggiungere un codicillo e firmarlo, altrimenti può essere riscritto interamente. In questo caso è opportuno scrivere “revoco ogni mia precedente disposizione testamentaria”.

“…fatti salvi i diritti che la legge riserva ai miei eredi legittimari, lascio all’associazione Fratelli dell’Uomo, Viale Restelli 9, Milano, cod. fisc. 80134450156, la somma di……i seguenti titoli……”

Sono sufficienti queste poche righe nel tuo testamento; ci darai la possibilità di continuare a sostenere le comunità locali con le quali operiamo nelle loro lotte contro la rapina e il degrado del territorio la privazione di un’esistenza dignitosa, le disuguaglianze che ledono ogni giorno diritti umani fondamentali. Veniamo continuamente a conoscenza di situazioni di emergenza che ci commuovono e ci indignano. Sono situazioni su cui è ancora possibile incidere, prima che sfocino in soluzioni disperate, o diventino irrisolvibili.

Le situazioni in cui operano FdU sono tutte situazioni di emergenza su cui è ancora possibile incidere prima che diventino irrisolvibili, che impediscano ogni possibilità di agire, che sfocino in soluzioni drammatiche o disperate.

Poche righe, ma tanto importanti.

Se hai bisogno di chiarimenti ti invito a contattarmi.
Potrai farlo scrivendo alla mia e-mail veronica.rossi@fratellidelluomo.org
o telefonandomi al numero 0269900210.
Sarò lieta di risponderti e avrai la possibilità se lo desideri di consultarti con un notaio che collabora con noi.


Veronica Rossi
Responsabile Relazioni con i Donatori